L'intervento di protesi per disfunzione erettile

Recensione intervento Protesi disfunzione erettileEgregio Professore 
vorrei sottoporLe la mia testimonianza sull'intervento di protesi peniene
L'installazione della protesi è avvenuto il 14 -1-16 ed è stato un giorno particolarmente felice della mia vita perché dopo poche settimana mi sono accorto che Lei mi aveva inserito perfettamente un organo che sostituiva  benissimo cio' che non era più nelle mie possibilità fisiche.
Superata la convalescenza posso confermare, con grande soddisfazione, che il risultato è ottimo e la funzionalità è superiore ad ogni aspettativa. Dopo un prima fase di studio della protesi stessa ho individuato delle potenzialità veramente inaspettate.
La fase di gonfiaggio non è particolarmente macchinosa al punto che in 4 mesi di rapporti quasi giornalieri nessuna partner si è mai accorta di nulla, compresa mia moglie, di cui temevo la reazione di stizza e gelosia.
L'eventuale masturbazione è particolarmente gradevole in quanto la protesi, espandendo i corpi cavernosi, aumenta la superfice cilindrica del pene con ottime reazioni dal punto di vista fisico al contatto manuale (e orale)
l'eiaculazione avviene senza problemi anche se nel mio caso particolare , forse a causa della  prostata, è certamente meno veloce dell'erezione.
La protesi peniena consente un divertimento totale e spensierato che è il caso di accennare, visto il sostanziale cambiamento di stile di vita: quando la protesi è in azione mi posso dedicare totalmente alla partner e relativi giochi senza temere alcuna esitazione. Vero che ,stando sopra, la penetrazione avviene con l'ausilio manuale della partner, ma stando sotto si entra benissimo senza aiuto ed in entrambi i casi il rapporto è assolutamente fantastico ...inesauribile ed instancabile.
Sempre grazie alla protesi e con un po' di abilità e mestiere è possibile non sgonfiare i cilindri e mantenere l'erezione viva per ulteriori numerosi ed appassionati rapporti portando all'ultimo amplesso l'eiaculazione.
La fase di chiusura della protesi è banale e immediata senza tracce visive per la partner.
Concludo questo breve disamina sull'efficacia della protesi porgendoLe i miei piu' sinceri complimenti e le mie piu' vive congratulazioni sulla condotta dell'intervento stesso, che ha consentito la perfetta integrazione fra "il vecchio e il nuovo" esaltando, in tal modo, le possibilità e la funzionalità della protesi ben oltre le mie iniziali speranze.
Con immensa gratitudine al grande Chirurgo ed al grande Uomo
U.P.