Dolore testicolare, cause ed esami diagnostici

Dolore testicolare

Dolore Testicolare: quando allarmarsi

Il dolore testicolare di varia intensità, è un evento estremamente comune nel maschio in epoca adolescenziale o adulta. Può manifestarsi come un piccolo fastidio al testicolo o allo scroto, può insorgere durante il sonno o nella stazione eretta, può durare da pochi minuti a ore e scomparire spontaneamente. Frequente è la relazione con l’attività fisica sportiva e in alcuni casi anche con i rapporti sessuali. Non sempre è relazionabile e sembra insorgere anche in apparente assenza di cause scatenanti.

Le cause del dolore testicolare

Il dolore ai testicoli richiede sempre un’attenzione particolare, non si deve mai sottovalutare, perché spesso è riferibile a patologie occulte, talora gravi e, in alcuni casi, può essere il sentore di un evento acuto estremamente serio, che può richiedere anche il ricovero ospedaliero. Possiamo schematicamente identificare una serie di eventi, acuti o cronici. 

La torsione parziale o completa del testicolo

La torsione testicolareLa torsione completa del testicolo o del funicolo spermatico, evento acuto, si manifesta normalmente con un dolore violento, che insorge rapidamente, spesso in epoca peripuberale e richiede un rapido inquadramento diagnostico prima e chirurgico dopo. La torsione testicolare è una patologia relativamente frequente che si verifica principalmente nella giovane età, con un 60% di pazienti che lamenta questo disturbo dai 12 ai 18 anni, ma che comunque si può verificare in qualsiasi grado di età. La stima più precisa è che questo si verifichi in un maschio ogni 14.000, al di sotto dei 25 anni di età. Un ritardo diagnostico e quindi un idoneo e rapido trattamento terapeutico sul testicolo, se effettuato dopo 6/8 ore può portare alla necrosi del testicolo, con la sua perdita funzionale definitiva. In alcuni casi ci si trova di fronte ad una torsione parziale, quindi una rotazione di 90-180° che si risolve o spontaneamente o tramite le manovre dello specialista. Queste portano alla derotazione testicolare in pochi secondi, con conseguente risoluzione dell’insulto ischemico.

Il Varicocele come causa

dolore testicolareQueste patologie sono quasi sempre legate ad alterazioni anatomiche come una eccessiva mobilità del testicolo o una abnorme lunghezza del legamento che àncora il testicolo e lo porta a ruotare sul proprio asse. Altre cause che possono indurre dolenzia al testicolo più o meno evidente sono il varicocele, frequente sul testicolo sinistro, meno a destra, in maniera eccezionale bilateralmente. Il varicocele peraltro può dare alterazioni della fertilità dell’uomo ed è una patologia diffusa, che colpisce oltre il 15-20% della popolazione maschile. Patologie meno comuni sono la torsione della idatide di Morgagni, ossia di una piccola formazione testicolare, un residuo embrionale, che può torcersi sul proprio asse determinando dolore acuto per poi calcificarsi. Le infiammazioni acute o croniche a carico del testicolo o dell’epididimo (una struttura che si trova al di sopra del testicolo, che raccoglie gli spermatozoi), possono essere legate a infiammazione prostatica, come la prostatite acuta o cronica, estremamente comuni del maschio adulto. Da non dimenticare la possibile presenza di una piccola ernia del canale inguinale che, a seguito della compressione di arterie, vene, nervi e del deferente, genera una sintomatologia dolorosa, più o meno vaga, che il paziente riferisce sul testicolo omolaterale. Da non sottovalutare la possibilità che esista un tumore del testicolo nella sua fase iniziale, che, a seguito dell’aumento del volume e della compressione generata sulle strutture testicolari, genera dolore.

Esami clinici diagnostici per il dolore al testicolo

Esame diagnosticoIl percorso diagnostico prevede una valutazione anamnestica, che risulta di estrema importanza sull’orientamento diagnostico prima e terapeutico poi. Unitamente a indagini di primo livello, come eco-color-doppler e di laboratorio, si riesce sempre a formulare una corretta diagnosi. È di estrema importanza discernere la presenza di uno scroto acuto, quindi di una patologia che vada trattata con estrema rapidità per evitare danni irreparabili. Questo va fatto mediante una visita specialistica e un eco-color-doppler che permetta di valutare l’integrità vascolare del testicolo. L’atrofia testicolare conseguente, porta successivamente ad una serie di problemi, tra i quali l’infertilità, che può conseguire per l’instaurarsi di processi apoptosi nel testicolo controlaterale sano, con formazione di anticorpi che configurano uno stato di infertilità su base immunologica. Gli anticorpi anti spermatozoo costituiscono una causa estremamente rilevante di infertilità, che si stima colpisca il 15% degli uomini infertili. È stato messa in relazione in vari studi scientifici, l’infertilità con elevati valori anticorpali riscontrati nel sangue.
Quindi ogni qualvolta si presenti un dolore testicolare acuto anche saltuario, bisogna rivolgersi allo specialista, che permetterà di porre una corretta diagnosi ed evitare complicazioni legate a processi infiammatori a carico del sistema prostatico testicolare o danni vascolari acuti o cronici legati a patologie in atto, oltre che di escludere patologie testicolari neoplastiche.

 

Per approfondire eventuali sintomi o prenotare una visita andrologica usa i miei contatti.